Fracture: Percussioni modulari

0

La WMD annuncia la disponibilità di Fracture, un nuovo modulo synth a percussione per sistemi modulari Eurorack di piccolo formato che applica i concetti dei circuiti clap analogici a quelli granulari di sintesi per generare un’ampia gamma di suoni mantenendo un’interfaccia semplice e intuitiva.

Inizialmente ispirato dagli applausi del pubblico, dai campioni hip-hop e dalle drum machine classiche, Fracture è molto più di un altro modulo di percussioni o “sample player”.

Fracture ci permette di avere suoni completamente differenti, tutto questo grazie alla sintesi granulare.

Per la sintesi granulare si intende una tecnica che opera sulla scala temporale microsound (specificatamente più breve di un decimo di secondo e più lungo di 10 millisecondi, compreso tra il range di frequenza audio da 20 Hz a 20 kHz e il range di frequenza infrasonico inferiore a 20 Hz); in base allo stesso principio del campionamento, i campioni non vengono riprodotti in modo convenzionale, ma suddivisi in segmenti più piccoli o grani (da circa uno a 50 millisecondi) che possono essere sovrapposti l’uno sull’altro, riprodotti a diverse velocità, fasi, volume e frequenza (tra gli altri parametri).

Fracture, utilizza dei mirco campioni registrati da WMD, che si differenziano notevolmente dal primo synth percussioni Chimera, che aveva campioni ricchi di impulsi, mentre Fracture, utilizza campioni a impulso singolo come applausi, palline da ping pong, ecc.

Inoltre, riproduce un gruppo di suoni simili in modo pseudo causale, per generare hit unici.
Le impostazioni DENSITY, DECAY e TAIL influiscono sul tono, il tutto personalizzabile in tempo reale per creare scenari ritmici unici e in continua progressione.

Share.

Comments are closed.