La  Analogue Solutions annuncia la disponibilità di Leipzig v3 , un sintetizzatore analogico avanzato, disponibile nella sua versione desktop che attinge profondamente dal DNA del sintetizzatore / sequencer analogico Leipzig-S montabile su rack , un sintetizzatore analogico attualmente fuori produzione, dal 2011.

    Il Leipzig v3 prende spunti di (ri) progettazione dall’Impulse Command di Analogue Solutions, acclamato dalla critica come un vero  e proprio synth semi-modulare analogico, in grado di suonare come diversi sintetizzatori che suonano simultaneamente, conservando lo stesso suono arrabbiato e analogico del suo predecessore Leipzig-S, reso popolare dal pioniere del synth-pop Vince Clarke, e dal produttore Gary Numan Ade Fenton e da Trent Reznor dei Nine Inch Nails, tutti riconoscenti per la voce analogica pura e i circuiti di modulazione – ce cuiti basati su un suono superlativamente vintage in puro stile anni ’70.

    Sono diverse e decisamente  importanti le nuove caratteristiche del  Lipsia v3, e meritano di essere evidenziate sin dall’inizio.

    Molti sono i collegamenti disponibili, come i punti di connessione CV, posizionate direttamente sul pannello superiore come prese mini jack (mono). La maggior connettività Input, fornita dal Master Pitch Mod, che modula l’intonazione di entrambi i VCO.

    Il VCO 2 PITCH MOD, invece modula solo l’altezza; CUTOFF MOD,  la frequenza CUTOFF VC LPF (Voltage-Controlled Low-Pass Filter) ; Mentre l’EG TRIG, attiva entrambi i generatori di inviluppo ( ENV 1 e ENV 2 ) (alla ricezione di un segnale trigger o gate); e l’EXT SIG  invece un segnale audio (indirizzato al MIXER tramite un interruttore EXT associato ).

    Le capacità  del sequencer analogico a otto tracce, è perfetto non solo per creare melodie oppure loop percussivi, ma può essere usato come vera e propria sorgente di modulazione musicale.

     Il Lipsia v3 ha anche un sequencer dinamico (digitale) a 16 tracce, “nascosto”,  che memorizza costantemente ogni nota suonata via MIDI nella memoria volatile come un loop a 16 passaggi.

    È sempre sincronizzato con il sequencer analogico e nuove note possono essere inserite nel loop a 16 tracce,  mentre i sequencer sono in esecuzione, consentendo di cambiare costantemente i pattern al volo. Inoltre è possibile la sincronizzazione diretta del sequencer con una DAW (Digital Audio Workstation).

    In conclusione, il Lipsia V3 è un Synth magnificamente equipaggiato, nato per creare nuove esaltanti alchimie musicali.

    Per avere maggiori informazioni, clicca qui

    Share.

    Comments are closed.