Rob Papen Predator 2 nuove funzionalità e aggiornamenti

0

Molti di voi, avranno nel proprio arsenale musicale il Predator, VST realizzato da Rob Papen, uno strumento che insieme a pochi altri, possiamo definire indispensabile per tutti i produttori di musica elettronica in generale.
Ora, è finalmente arrivato il momento di rinvigorire e dare uno spolvero al vostro vecchio Predator, compagno di mille e mille produzioni sonore con il nuovo Predator 2.

La prima caratteristica che balza subito è il layout, sempre molto semplice da utilizzare e diretto, tutto quello che serve è facilmente raggiungibile. Come il suo precedente antenato, anche il Predator 2 è dotato di una vasta gamma di preset, pronti per essere utilizzati e sfruttati al massimo nelle vostre tracce sonore.

Archiviati in modo molto semplice da richiamare, i suoni racchiusi in questi preset, vi permettono di avere da subito un libero accesso ad una libreria sonora che va dalle sonorità che hanno fatto la storia della musica Dance , fino ad arrivare alle sperimentazioni più interessanti e innovative.

Il Predator 2, è un synth potentissimo e altamente flessibile, partendo dai 3 oscillatori che vi permetteranno di avere un suono unico, in modo da sfruttare al meglio le due forme d’onda in modalità mixed oppure morphed. Editare il suono, con il Predator 2 diventa una esperienza irresistibile, usando e programmando il controller XY si aprono infinite possibilità di manipolazione dove l’unico limite è la nostra creatività.

La parte dei filtri è tra i piatti più succulenti offerti dal Predator 2 di Rob Papen, utilizzati in multimode possiamo fonderli tra di loro, in modo da dare ancora più personalità e dinamismo alla nostra produzione.

Le soprese offerte dal Predator 2, non sono ancora finite, una delle cose fondamentali per tutti i produttori Trance è l’arpeggiatore, funzione che non può certo mancare nella nuova versione di questo leggendario VST realizzato da Rob Papen, utilizzabile in 32 steps e anche in versione alternative, in modo da creare disegni sonori ipnotici e unici.

Entrando nella sezione effetti del Predator 2, siamo rimasti sbalorditi dai miglioramenti che sono stati fatti sia in qualità di resa sonora che in versatilità di utilizzo. Possiamo trovare riverberi, delay, effetti di modulazione per migliorare la dinamica e una bella sezione dedicata alle distorsioni, che potete trovare anche nella sezione AMP, ampliando notevolmente le possibilità di manipolare il suono.

La nuova sezione EQ integrata vi lascerà senza parole, tutte le modifiche possono essere fatte direttamente dal display, oppure tramite le manopole in modo facile e diretto. Da segnalare la dettagliata sagomatura delle frequenze, una precisione chirurgica che ci permette di avere un controllo totale sul nostro suono.

Il Predator 2, è un VST dalle mille soprese, tutto da scoprire, tramite la vostra DAW potete automatizzare qualsiasi parametro in modo semplice e senza appesantire il lavoro della cpu.

Tra le tantissime novità, da segnalare la possibilità di salvare e caricare i preset per goni sezione del synth, questo significa che possiamo caricare i preset dedicati agli oscillatori, al filtro oppure agli effetti, tutti i lavori fatti sulla sezione LFO, gli arpeggiatori e le configurazioni X/Y Pad separatamente, in modo da sperimentare e avere tutto sotto controllo in modo semplice e senza incasinarci la vita.

Tutte queste nuove funzioni rendono il Predator 2 veramente indispensabile, fonde di ispirazione sonora, basta pensare che i suoni presenti da subito sono più di 6000. Per concludere, con l’ultimo aggiornamento disponibile sul sito Rob Papen, si è decisamente superato dandoci una forte emozioni.

Aggiornando gratuitamente il vostro Predator 2, avrete la completa compatibilità con il protocollo NKS® di Native, tutto questo vi permetterà di controllare e avere tutti i parametri del vostro potentissimo VST nelle vostre mani con un solo colpo di manopola, sfruttando al meglio gli strumenti Komplete Kontrol della serie S e Machine 2.

Una ottima notizia che farà esaltare tutti i musicisti e produttori, che con un semplice aggiornamenti avranno la completa mappatura e compatibilità del Predator 2 con gli strumenti della Native Instruments.

In conclusione, Predator 2 di Rob Papen è uno strumento completo, perfetto per creare nuove alchimie musicali, facile e veloce, con un arsenale sonoro pronto per l’uso e con infinite possibilità per la creazione di nuovi suoni. Compatibile VST2 / AU / AAXnative / RTAS, il sistema operativo minimo richiesto per gli utenti Win è Vista, mentre per quelli Mac è OSX 10.6.

Share.

Comments are closed.